Dehors; concessioni di suolo pubblico gratuite prorogate fino al 31 marzo

3' di lettura 04/01/2021 - Era stato uno dei primi provvedimenti che l'Amministrazione Barbieri aveva messo in campo a sostegno della ripartenza dell'attività dei pubblici esercizi, penalizzati dalle misure anticontagio varate dal Governo ai tempi del primo lockdown; e, con la delibera di Giunta approvata oggi, la concessione gratuita di suolo pubblico per i pubblici esercizi viene prorogata fino al prossimo 31 marzo.

“La prolungata chiusura dei pubblici esercizi e le norme anticontagio – spiegano il Sindaco Patrizia Barbieri e l'Assessore al Commercio, Stefano Cavalli - a partire dalla necessità di evitare assembramenti e garantire il giusto distanziamento tra i clienti, hanno fortemente penalizzato le attività. Per questo siamo intervenuti da subito, confrontandoci con tutti i soggetti interessati, con una disposizione che permettesse di richiedere nuovi spazi esterni o di ampliare quelli esistenti con concessioni di suolo pubblico a titolo gratuito. Una misura che rinnoviamo oggi fino al prossimo 31 marzo, proseguendo il sostegno all'attività dei pubblici esercizi della città, nel momento in cui siamo ancora costretti a far fronte all'emergenza sanitaria e alle necessarie disposizioni anticontagio. Proprio per questo, rimane comunque fondamentale la collaborazione di titolari, personale e dei cittadini al fine del rispetto delle norme di prevenzione e contrasto alla diffusione del contagio”.

provvedimento stabilische che 'le nuove occupazioni o gli ampliamenti degli spazi esterni delle imprese di pubblico esercizio di cui all’art. 5 della Legge n. 287/91 richiesti sulla base dei criteri previsti dalle delibere di Giunta Comunale n. 95 del 22/05/2020 e n. 109 del 12/06/2020, siano consentiti in via emergenziale sino al 31 marzo 2021'.
Inoltre, “che le occupazioni di suolo pubblico concesse alle imprese di pubblico esercizio di cui all’art. 5 della Legge n. 287/91, sulla base dei criteri previsti dalle delibere di Giunta Comunale n.95 del 22/05/2020 e n. 109 del 12/06/2020, vengano automaticamente prorogate al 31 marzo 2021. La proroga non comporta la necessità di presentare alcuna domanda e di rilasciare alcun provvedimento da parte del Comune”.

Le occupazioni sono esonerate dal pagamento del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria (canone che entra in vigore il 1° gennaio 2021 in sostituzione del canone COSAP) ai sensi dell’art. 9-ter del D.L. n. 137 del 28 ottobre 2020,convertito dalla Legge n. 176 del 18 dicembre 2020.

Le imprese di pubblico esercizio interessate (di cui all’art. 5 della Legge n. 287/91) sono:
a) ristoranti, trattorie, tavole calde, pizzerie, birrerie ed esercizi similari;
b) bar, caffè, gelaterie, pasticcerie, gastronomie e prodotti similari;
c) esercizi di cui alle lettere a) e b),in cui la somministrazione di alimenti e bevande viene effettuata congiuntamente ad attività di trattenimento e svago, in sale da ballo, sale da gioco, locali notturni ed esercizi similari;
d) esercizi di cui alla lettera b), nei quali è esclusa la somministrazione di bevande alcooliche di qualsiasi gradazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-01-2021 alle 19:48 sul giornale del 05 gennaio 2021 - 146 letture

In questo articolo si parla di attualità, Piacenza, comunicato stampa, comune di Piacenza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bH1E