SEI IN > VIVERE PIACENZA > ATTUALITA'
comunicato stampa

A Palazzo Farnese tutto pronto per "La notte della fotografia"

3' di lettura
156

"La notte della fotografia" non è solo il titolo dell'evento culturale che si svolgerà sabato 7 maggio dalle 20,30 alle 23,30 in alcuni angoli ricchi di suggestione della città e nel cortile di Palazzo Farnese, racchiude questa serata, fascino e suggestione, arte visiva e poesia dell'immagine per regalare ai piacentini bellezza ed emozioni in una notte di primavera.

"Questa serata – ha detto stamani l'assessore Jonathan Papamarenghi nel corso di una conferenza stampa al Salone Pierluigi della vignolesca mole cui hanno preso parte anche il direttore artistico dell'iniziativa, Anna Maria Belloni insieme ad Alice Acerbi e Gaetano Damasi dell'associazione Fase Luce – che sarà organizzata grazie al bando "Piacenza riparte con la cultura", con le proiezioni di lavori fotografici di autori importanti e affermati, affiancati a lavori di fotografi emergenti, comunque di spessore, apre le porte all'ottava arte, nel senso che tutti coloro che lo desidereranno potranno prendervi parte, gratuitamente, senza mediazioni di sorta e nel modo più semplice possibile. Ergo, un evento che mi riempie il cuore e che mi auguro possa ripetersi anche l'anno prossimo, in quanto i promotori di questa iniziativa daranno vita a una performance nel centro storico del tutto inedita".

Ha aggiunto Anna Maria Belloni: "Le proiezioni delle immagini fotografiche si svolgeranno all'aperto in piazze, piazzette o cortili, per favorire anche la valorizzazione di luoghi poco conosciuti, in modo che i visitatori possano passeggiare per la città e raggiungere i vari punti di proiezione a piedi o in bicicletta. Da Palazzo Farnese a piazzetta Plebiscito, dal cortile del liceo Gioia, dai chiostri di San Sisto alla scalinata Muntà, dai chiostri di San Sisto fino agli orti di via Borghetto, sarà possibile ammirare le fotografie realizzate da autori di fama nazionale, alcuni dei quali presenti a Piacenza durante l'evento". Gli autori coinvolti sono circa una trentina e tra essi ricordiamo in particolare Vittore Fossati, Simona Ghizzoni, Claudia Corrent, Mattia Zoppellaro, Piero Percoco, Filippo Venturi e tanti altri non meno importanti: "Ogni spazio prescelto avrà un tema – ha proseguito il direttore artistico Anna Maria Belloni – a Palazzo Farnese andrà in scena l'Atlante dei luoghi immaginari, ai chiostri del Duomo saranno proiettate immagini riferite alla natura dell'uomo, in via Borghetto le immagini del workshop in Islanda e Giappone apparse sulla rivista "Zero", al Gioia gli "Uomini, i luoghi, i confini", in piazzetta Plebiscito "La natura dell'uomo" a alla Muntà di ratt, "M'illumino di verde".

Gli organizzatori del progetto – Annamaria Belloni, Alice Acerbi, Gaetano Damasi vantano una ventennale esperienza nell'organizzazione di eventi legati al mondo dell'arte e della fotografia in particolare, nonché una buona esperienza nella docenza e comunicazione delle arti visive. "Lo scopo dell'associazione – hanno detto – è quello di promuovere la diffusione della cultura fotografica e siamo comunque sempre disponibili a nuove forme di collaborazione". In caso di maltempo, l'evento sarà posticipato al sabato successivo 14 maggio dalle 20,30 alle 23,30 nelle stesse location del centro storico.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-05-2022 alle 09:24 sul giornale del 07 maggio 2022 - 156 letture






qrcode