Alla Biblioteca Besurica Ermanno Mariani e il fascino indiscreto della "Signora"

2' di lettura 19/06/2022 - "La biblioteca Besurica si conferma un location da valorizzare, attraverso incontri con scrittori e altre iniziative che possano coinvolgere l'universo culturale piacentino". Così si esprime l'assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi, che ieri pomeriggio ha coordinato la presentazione del libro del giornalista e scrittore Ermanno Mariani, "Il mistero del doppio ritratto di Klimt" (Pontegobbo, 2018), presentato nell'ambito dell'iniziativa "Piacenza che scrive" con l'intervento, oltre all'autore, anche del direttore della Galleria d'arte moderna Ricci Oddi, Lucia Pini.

Un dibattito a tutto campo in cui si sono intrecciate la mostra dedicata a Klimt, attualmente in corso alla Ricci Oddi e a XNL, le storie malandrine legate al "Ritratto di signora" diventato opera "guest star" dopo le peripezie e le vicende relative al furto alla fine degli anni Novanta e il ritrovamento nel dicembre del 2019: "Si tratta di un quadro particolarmente significativo – ha sottolineato Lucia Pini – attorno alla quale ruota la mostra che sta andando oltre ogni più rosea previsione. La vicenda del doppio ritratto e tutto ciò che ne è seguito fanno di "Ritratto di signora" un dipinto cult, generalista, conosciuto anche da chi non si occupa solitamente di arte".

Mariani, autentico giornalista-detective come i protagonisti di tanti giallisti che vanno per la maggiore, da Giampaolo Simi a Massimo Lugli, ha trovato intorno al 2015 il bandolo della matassa, venendo a contatto, grazie al proprio fiuto e a un intuito che non tutti posseggono, con uno degli autori del furto: "Un'esperienza del tutto particolare – ha detto – che ho vissuto in prima persona, in cui ho avuto modo di incontrare alcuni protagonisti della mala piacentina d'antan, professionisti dei furti d'arte, scassinatori di casseforti e di porte blindate, falsari, un mondo di mezzo a tratti inquietante, a tratti sorprendente.

E in tal senso ho aggiornato il libro in più occasioni per renderlo attuale, per narrare una storia che sembrava non avesse fine". Tra misteri, colpi di scena, storie di magia e sette sataniche, presunti ladri e millantatori, il libro è ancora oggi di stretta attualità e soprattutto un bellissimo excursus attorno a una delle signore più note e più affascinanti del mondo dell'arte.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2022 alle 10:19 sul giornale del 20 giugno 2022 - 102 letture

In questo articolo si parla di attualità, Piacenza, comunicato stampa, comune di Piacenza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dbS9





logoEV